Pitigliano - Sorano - Sovana - Pitigliano - Sorano - Sovana - Pitigliano - Sorano - Sovana - Pitigliano - Sorano - Sovana

Tutto Pitigliano - Sorano - Sovana - Le città del Tufo.

Home

Alberghi

Agriturismi

Affittacamere

Appartamenti

Ristoranti

Pub e bar

Prodotti tipici

Artigianato

Sport

Pitigliano

Sovana

Sorano

Come arrivare

Meteo

Indirizzi e links

Pubblicità

Cosa visitare a Sorano:

SoranoIl centro storico: Sorano sorge su uno sperone di roccia tufacea. Mantiene la sua struttura medioevale, con le case che si sviluppano in altezza, a volte scavate nel tufo. In paese si entra tramite due porte, nella piazza si trovano la Torre dell'Orologio, la chiesa di S. Niccolò e i resti del palazzo Comitale.




Il Masso Leopoldino: é un grosso masso tufaceo che si trova di fronte alla parte più antica della Fortezza. Le sue pareti furono levigate a mano e la sommità fu spianata come una terrazza.

La chiesa di S. Niccolò: Della struttura originale rimane intatto il lato nord. L'interno è a croce latina irregolare, interessante il crocefisso ligneo dono di Cosimo de' Medici. Edificata tra il 1290 e il 1300.

Sorano Il palazzo Comitale
: di eleganza rinascimentale, una volta era residenza degll Orsini. Nel cortile si trova parte del loggiato ad archi, alcune porte con cornici in pietra decorate con stemmi. E' tutt'ora abitato.

La fortezza Orsini: Le prime notizie a riguardo risalgono agli inizi del 1300. Imponente, occupa l'istmo della penisoletta dove si erge Sorano e guarda verso la strada che proviene da Pitigliano. Si entra nella fortezza da un ponte ex levatoio che attraversa un fossato.

I Colombari: sono enormi buche scavate nel tufo risalenti al primo secolo avanti Cristo, hanno pareti bucherellate da nicchie quadrangolari. Pare che servissero da abitazioni per i primitivi. Si trovano all'inizio del paese.

Le vie cave: vie lunghe e strette incassate nella roccia tufacea, in alcuni punti le pareti raggiungono i venti metri di altezza. Sono nascoste dalla folta vegetazione che ne occulta il percorso. Si consiglia una visita lungo questi percorsi che portano anche a diverse tombe etrusche.

La Necropoli di San Rocco: si trova lungo la strada che porta da Sorano a Sovana, seguendo un sentiero che costeggia la chiesetta romanica di S. Rocco. Si possono osservare tombe a camera e numerosi colombari romani.

Castell'Ottieri: nel paese presenti i ruderi della quattrocentesca Rocca Ottieresca e nella chiesa di S. Bartolomeo vi sono tracce di buoni affreschi di scuola senese.

Elmo: resti dell'abbazia di Montecalvello

Montebuono: rimangono i ruderi del castello.

Montorio: il castello di struttura rettangolare è circondato da mura e l'ingresso preceduto da un profondo fossato. All'interno delle mura vi sono una serie di edifici allungati per uso agricolo e una cappella.

Montevitozzo: rimangono i ruderi della rocca che testimoniano la consistenza della fortificazione.

San Quirico: sono presenti le rovine del castello medioevale di Vitozza. All'interno delle mura i resti della "Chiesaccia" e di diverse abitazioni.

Banner pubblicitario.
Banner pubblicitario.